Edi Guerzoni 

 

Nata ai piedi dei monti, nei pressi di Torino, per anni pensa che l'orizzonte sia fatto di Alpi in tutto il mondo. Poi entra in un museo, e si sfonda un universo. Così parte per Parigi, e rientra, perché la Alpi le mancavano. Estetica, storia sociale dell'arte e meme sono quelle cose a cui pensa appena sveglia. Prima di andare a dormire ha più propensione per il  Rococò, i romanzi storici e gli album delle Bikini Kill.

Clara Pérez Almodóvar

Il costante dislocamento tra l’ambiente lombardo e quello canario, vulcanico e vibrante, la rende incline all’esplorazione. Percepisce e affronta il mondo seguendo il proprio ritmo interiore: nei suoi occhi sono riflessi i canali veneziani, i vicoli di Lisbona, i colli bolognesi. È affascinata dalle arti visive, dalla mitologia, e dai misteri dell’inconscio. Le sue mani sono fatte di polvere fatata. Il loro processo alchemico è la scrittura.

Raytrayen Beakovic Lauria

Raytrayen significa Cascata di Fiori in Mapuche. Nata bisesta, a ponente, tra i profumi e i colori della Val Nervia, da un connubio tra Croazia e Argentina; per poi crescere in un piccolo paesino ai piedi del Monte Rosa. Attualmente vive e lavora a Torino, con un po' di mal di Spagna. Ammaliata dall'arte antica si è però specializzata in arte contemporanea, interessandosi alla sfera sociale, politica ed educativa. Crede che l'arte sia un'ottima chiave di lettura per la quotidianità e per stimolare un pensiero libero, ribelle e critico. 

Sofia Schubert 

L’arte, la mitologia, i colori del Rinascimento e tutto ciò che sfugge alla razionalità le fanno scintillare gli occhi. Lo studio della storia dell’arte l’ha portata prima nella laguna di Venezia e poi all’Ecole du Louvre di Parigi. Quando non viaggia sulla Luna o in terre esotiche, ama leggere. Che sia da una poltrona, su una panchina o nella vasca, sempre

sperando che le spunti una coda da sirena.